Tutte le vignette

Sono vignette varie, su vari temi, senza un argomento comune, che realizzo quasi giornalmente. I personaggi sono tutti quelli che mi sono venuti in mente: la Dottoressa Sberloni, il nonno col nipote, il piccolo Gabriele, la Famiglia Signappola, il Professor Dindiot… Manca solo il Dino da Sandrà che per motivi di fama ha un sito tutto suo: www.dinodasandra.it

Pacemaker

– Invece di buttare i miliardi nei viaggi spaziali, perché non li spendono per sconfiggere le malattie sulla Terra?
– Scusa se mi sono permassa di strapparti il Pacemaker, che nel 1980 fu reso più efficiente grazie alla Nasa

Il documento è nella categoria “aerospace medicine” e si trova qui: https://ntrs.nasa.gov/search.jsp?R=20030004757
I pacemaker furono inventati nel 1950; uno dei miglioramenti più significativi nella loro storia avvenne verso la fine degli anni 70, quando un sistema bidirezionale di telemetria usato per comunicare con i satelliti fu sfruttato per interagire con i Pacemaker dei pazienti, in modo da variarne le caratteristiche nel tempo.

Guarda la BruscoVignetta

Libero arbitrio

Esiste il libero arbitrio? Ma soprattutto, la Juve vincerà lo scudetto anche quest’anno? La formulazione originaria del problema è questa: se l’universo è regolato da leggi che ne definiscono completamente l’evoluzione (una specie di “block universe”), si potrebbe realizzare un computer che in base a quelle leggi può prevedere il futuro. Ma a quel punto basterebbe comportarsi in modo diverso da come il computer ha previsto per ottenere un paradosso. Quindi il libero arbitrio esiste. Tuttavia c’è un altro problema che rende questa teoria non valida: quel computer dovrebbe prevedere anche la propria presenza all’interno del sistema, provocando una ricorsione infinita che fisicamente non è realizzabile. Quindi, non sappiamo se il libero arbitrio esiste. 

Guarda la BruscoVignetta